Thursday, January 15, 2009

Viridanse: Mediterranea (Contempo, 1985)

I don't know much about the new wave band Viridanse. They were from Alessandria, Piedmont, and "Mediterranea" is their second release, just after the EP "Benvenuto Cellini".
Their guitar-based darkwave style owes much to Joy Division, though it turns down the band's trademark funeral feeling into a more voluptuous sound delving on Meditterranean influences and melodic arabesques. The singer's emphatic vocals, very typical of Italian darkwave, and the wannabe cerebral lyrics may sound quite disturbing, but the mood of the album is original and peculiar, slightly resembling to a Mediterranean version of Japan's "Tin Drum". Apart from the forced comparisons, Viridanse's convoluted basslines were much probably influenced by Mick Karn's legendary style. Most tracks are dominated by the fine and sharp-sounding intrications of the two guitars and all of them are pervaded by a hedonistic, decadent mood which is, as a matter of fact, the album's most accomplished element.


Tracklist:
  1. Frontiere
  2. Notte chiara
  3. Sheherazade
  4. Corinna
  5. Dolce vita
  6. Mediterranea
  7. Sulla strada
  8. Desiderio di me
  9. Terra di sempre
  10. Déjà vu
Download (~170 kbps)

5  :

alteralter said...

ciao wago, ho scoperto da non molto il tuo blog, e mi sembra che abbiamo molto in comune. se ti va uno scambio di link, ne sarei felice. in ogni caso, io ti ho già inserito in blogroll. a presto.

stevefriendsit said...

scusami ma non ho trovato l'indirizzo mail... ma scrivo perche ho letto "Please inform me of any dead links, so that I can restore them"... io volevo scaricare Claudio Lolli "Ho visto anche degli zingri felici" che hai postato 8maggio2008 ma il link nn esiste più... ti ringrazio

wago said...

Ho rimesso su "Ho visto anche degli zingari felici"; perdona il ritardo.

stevefriendsit said...

grazie... 1.000 volte grazie... anzi 3.500 volte grazie mi sembra di ricordare che queso LP costasse 3.500 lire all'epoca -prezzo imposto, cosa rara all'epoca- lo sto gia ascoltando, un ritorno dopo molto tempo a quegli anni che sono stati il passaggio dalla gioventù al cominciare ad essere adulto... ciao grazie

moralex65 said...

Io ho il vinile di questo album e devo dire che, nonostante non lo abbia ascoltrato più da molto tempo, ne ho un ricordo piacevolissimo: era un bel lavoro! Peccato non abbia prodotto molto in termini di notorietà per il gruppo, rimasto negli anfratti della new wave italiana anni '80.